Le origini del Progetto


Il Progetto ForMare interviene a sostegno dell’occupabilità, della coesione sociale e della competitività produttiva nel territorio, e proponendosi come strumento di rilancio delle specificità della Costa Orientale (in termini sia di attrattori turistico, culturali, paesaggistici ed ambientali sia di prodotti ittici locali di eccellenza) nonché di diversificazione delle attività correlate alle risorse ittiche, attraverso il coinvolgimento attivo delle competenze locali, l’integrazione e connessione con gli altri fattori rilevanti della cultura locale.

In linea con il cambiamento di rotta attuato negli ultimi anni dalle policy europee che hanno dato risalto alle competenze, come capacità di utilizzare conoscenze e abilità al fine di svolgere compiti e risolvere problemi, è oramai chiaro nel panorama lavorativo, soprattutto in contesti ad alto tasso di competitività, quanto queste siano presupposto per la crescita economica dell’intero sistema economico.

Massimizzare l’innovazione e l’offerta di skills nella forza lavoro ed ottimizzare il loro pieno utilizzo è la chiave di volta per la crescita occupazionale e l’inclusione sociale, soprattutto di quei lavoratori che sono a rischio di espulsione dal mercato. In questo senso il piano progettuale si sviluppa sulle tre priorità generali della programmazione comunitaria:

  • Crescita Intelligente: con un’economia basata sulla conoscenza e l’innovazione
  • Crescita Sostenibile: un’economia più efficiente sotto il profilo delle risorse, a basso impatto ambientale ma più competitiva
  • Crescita Inclusiva: un’economia che favorisca l’occupazione attraverso la coesione sociale e territoriale

La necessità di sviluppare nuove competenze e rafforzare quelle già esistenti, specie tra gli occupati, che possano essere diversificate, complementari e più innovative rispetto a quelle già presenti, e che gli consentano di essere lavoratori consapevoli e preparati ad affrontare le sfide connesse ai mutamenti economico-sociali, porta alla realizzazione di attività di formazione e informazione espresse con il coinvolgimento di tutta la comunità locale per poter attuare un processo di diversificazione e innovazione.

Secondo una visione sistemica coerente con le linee di sviluppo dell’ambito territoriale considerato, l’intervento riguarderà le Aree di Specializzazione:

  • Turismo e valorizzazione beni culturali e ambientali ed in particolare il settore del Turismo Sostenibile afferente gli ambiti della produzione, gestione, commercializzazione, governance, promozione e marketing di prodotti e servizi turistico culturali espressi dal territorio, ivi comprese le attività di pesca turismo, itti turismo, ed eco turismo nonché quelle legate alla gestione e valorizzazione di siti culturali, naturalistici ed ambientali.
  • Agrifood ed in particolare nel Settore Ittico (pesca e acquacoltura), afferente gli ambiti della produzione, trasformazione, promozione commercializzazione /marketing del prodotto ittico locale (di mare e lagunare).

In entrambe le Aree di Specializzazione, il progetto intende formare i nuovi imprenditori ad utilizzare in modo più efficace le ICT per migliorare le performance aziendali.


Scroll to Top